EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Itinera software per l’indicizzazione delle visite pastorali.

Il progetto Itinera nasce nel 2003 dalla collaborazione tra la Diocesi di Pistoia e la Cooperativa ScriptaManent con l’intento di rendere pienamente fruibile agli studiosi la serie archivistica delle Visite pastorali, eliminando al contempo la necessità di accedere direttamente alla documentazione originale.

L’esigenza di creare un database di quasi

40.000 documenti

ha portato la necessità di ottimizzazione di tutte le procedure di inserimento, ricerca e verifica dei dati. Si doveve fornire a ScriptaManent uno strumento logico e veloce per agevolare il lavoro di indicizzazione di tutto il materiale. Attraverso una continua collaborazione il programma è cresciuto ed è stato adattato alle esigenze. Siamo entrati a pieno nella fase di inserimento alla quale seguirà la preparazione delle procedure per la consultazione.

Lo scopo di tutto il prodotto è reperire, attraverso il database e l’inserimento di opportuni parametri di ricerca, le pagine (carte) dove l’informazione cercata è presente. A questo punto si potrà accedere ad un documento in

pdf ad alta risoluzione

che permette la consultazione delle informazioni. Ma non è finita sarà possibile spostarsi nelle pagine precedenti e successive con l’ordinamento fisico e anche logico se presente. Con questo abbiamo voluto non snaturare la consultazione tradizionale permettendo allo studioso di avere a suo piacimento la visualizzazione contemporanea di più pagine e sfogliare l’intero inserto. Anche per inserire i link delle pagine precedenti, successive, prima e ultima ci siamo avvalsi di procedure automatizzate per ridurre al minimo l’intervento manuale data la mole del lavoro da svolgere.


Itinera è organizzato in sei database diversi relazionati tra loro, tuttora in fase di implementazione dei dati. L’intera banca dati, che alla fine sarà costituita da circa 150.000 record, sarà disponibile agli studiosi per la consultazione nel 2007.
I database sono: Carte, Visite, Enti, Luoghi, Persone, Parrocchie.

In Carte sono contenuti i record relativi alle buste, inserti e pagine di documentazione che costituiscono la serie archivistica delle Visite pastorali dal 1372 al 1907. Per ogni record di Carte sono presenti, quali elementi identificativi, la vecchia segnatura, la nuova collocazione, la datazione e la tipologia del documento. Inoltre ciascun record di Carte, per il quale sia stato possibile riconoscere un rapporto diretto con qualcuno degli altri elementi di cui si è effettuata la rilevazione (visite, enti, luoghi e persone), contiene il collegamento ai rispettivi record. Da Carte è possibile passare alla scheda di dettaglio di ciascun elemento collegato e raggiungere i file immagine corrispondenti alle pagine in cui essi sono citati.

In Visite sono contenuti i record relativi alle visite pastorali effettuate dai vescovi, o dai loro delegati, ai singoli enti sottoposti all’autorità diocesana durante tutto l’arco cronologico coperto dalla documentazione. Ciascuna visita è stata definita come elemento temporale e spaziale, individuandone la data e l’ente oggetto della visita, nonché il vescovo in carica e l’eventuale visitatore, nominale e/o effettivo. Da Visite è possibile visualizzare sia i record che le immagini delle carte relative a ciascuna visita, così come passare alle schede di dettaglio degli enti e delle persone collegate alla visita e raggiungere i file immagine corrispondenti alle pagine in cui essi sono citati.

In Enti sono contenuti i record relativi alle istituzioni citate, sia in quanto oggetto di visita pastorale sia ad altro titolo. Per ciascun ente si indica la tipologia, la localizzazione, l’attuale parrocchia e diocesi di appartenenza, la storia istituzionale, con record di rinvio per le eventuali variazioni intervenute nel tempo nell’intitolazione o nella tipologia dell’ente. Sono inoltre presenti collegamenti attivi ai record di enti con cui sia stato accertato un qualche rapporto istituzionale. Da Enti è possibile visualizzare sia i record che le immagini delle carte relative a ciascun ente, così come passare alle schede di dettaglio della parrocchia di appartenenza, del luogo e delle visite collegate e raggiungere i file immagine corrispondenti alle pagine relative a questi ultimi due elementi.

In Luoghi sono contenuti i record relativi alle località citate nella documentazione, sia in quanto sedi di enti oggetto di visita pastorale che ad altro titolo. Ciascun luogo è definito come toponimo e come riferimento alla struttura amministrativa civile attuale, formata da province e comuni; sono riportate le varianti storiche del nome e le denominazioni alternative così come desunte dalla documentazione o da altre fonti. Da Luoghi è possibile visualizzare sia i record che le immagini delle carte relative a ciascun luogo, ed anche passare alle schede di dettaglio degli enti collegati al luogo e raggiungere i file immagine corrispondenti alle pagine in cui essi sono citati. In considerazione del particolare valore che il dato della localizzazione rappresenta per l’individuazione degli enti, nelle schede relative ai toponimi vengono forniti anche, quando possibile, link a risorse esterne a Itinera, quali un dizionario geografico storico e un visualizzatore GIS.

In Persone sono contenuti i record relativi alle persone citate nella documentazione a vario titolo, ma principalmente in quanto vescovi o visitatori. Di ciascuna persona sono riportati, quando conosciuti: cognome, nome, ascendenti, appellativo, altre forme del nome, date di nascita e di morte, note biografiche. È presente inoltre una tabella in cui compaiono le diverse qualifiche rivestite nel tempo all’interno della diocesi, così come desunte dalla documentazione o da altre fonti. Da Persone è possibile visualizzare sia i record che le immagini delle carte relative a ciascuna persona, così come passare alle schede di dettaglio delle visite in cui la persona ha svolto il ruolo di vescovo, di visitatore o di delegato alla visita e raggiungere i file immagine delle pagine corrispondenti.

In Parrocchie sono contenuti i record relativi alle 238 parrocchie in cui è attualmente suddiviso il territorio dove sono o erano localizzati gli enti oggetto delle visite pastorali dal 1372 al 1907; tali parrocchie fanno oggi parte delle diocesi di Pistoia, Pescia e Prato. Ciascuna parrocchia, oltre che dall’intitolazione, è definita dall’appartenenza sia alla struttura ecclesiastica (diocesi e vicariati), sia a quella civile (province e comuni); sono riportate anche sede amministrativa e note storico-istituzionali. Da Parrocchie è possibile passare alle schede di dettaglio degli enti collegati e raggiungere i file immagine corrispondenti alle pagine in cui essi sono citati.


La ricca documentazione dell’Archivio Vescovile di Pistoia comprende anche la serie delle Visite pastorali, costituita dalle relazioni delle visite effettuate periodicamente dai vescovi pistoiesi (o dai loro delegati) nelle parrocchie di loro giurisdizione a partire dal 1372, con la descrizione degli edifici e notizie sulle comunità parrocchiali.

Questa è quindi la documentazione forse più importante per la conoscenza della storia del territorio, dell’arte e della popolazione dell’attuale diocesi e di quelle zone che con il tempo sono state cedute alle diocesi limitrofe di Prato e di Pescia. Tale documentazione, ricchissima e tra le più antiche esistenti in Italia, è molto consultata dagli studiosi, che però possono disporre, per le loro ricerche, solo di strumenti descrittivi sommari e indici cartacei degli enti relativi alla parte più antica, fino alla seconda metà del XVI secolo.